STATALE 16 – IMMAGINI QUOTIDIANE

Se cerchi un’altra manifestazione del “tracollo dell’urbanistica italiana” negli insediamenti che si susseguono lungo questo tratto della SS 16 tra Civitanova Marche e Ancona lo trovi; se cerchi un’altra manifestazione del “tracollo dell’architettura italiana” qui lo trovi; se cerchi un’altra manifestazione del “tracollo del progetto di giustizia spaziale” qui lo trovi.

La città fisica – la sua morfologia, le sue forme, la materia di cui è fatta – sta nel tempo con gli effetti che il tempo su di essa produce, con le sue trasformazioni e rigenerazioni, con i suoi costi di reversibilità, con le pratiche di uso e ri-uso, con la sua inutilità sopravvenuta, con le preferenze e risorse di chi la abita. Questo è il sistema insediativo che abbiamo costruito negli anni della crescita economica – e che abitiamo ora negli anni della stagnazione e della precarietà, degli anni del nostro sguardo sfocato. Della manutenzione del capitale fisico che non ci possiamo permettere (per quanto ancora?).

Comunque dal qui-ora si deve partire per immaginare o progettare il futuro.

Metto in rete delle immagini preliminari, degli “appunti fotografici”.